Alessandria, insieme a Trieste e Verona, hanno aderito alla campagna pubblicitaria a manifesti in difesa di polli e galline dal titolo "Non è un petto di pollo, ma una vita che vuole vivere". In Alessandria l'affissione è iniziata il 23 gennaio per 14 giorni con 35 stendardi bifacciali da 200x140 cm e 120 manifesti da 70x100 cm distribuiti in tutta la città e nei sobborghi. L'iniziativa è stata resa possibile grazie al contributo di AgireOra Edizioni e al sostegno di amici e simpatizzanti, di Alessandria e non, con cui abbiamo poi organizzato un incontro vicino a uno dei manifesti.

Si tratta della prima di due affissioni programmate in difesa di questi animali, che, dopo i pesci, sono quelli numericamente più sfruttati al mondo. La seconda affissione partirà il 5 marzo e sarà dedicata ai pulcini maschi delle galline ovaiole, che sono immediatamente eliminati alla nascita perché non servono a produrre uova né adatti al consumo per la carne. Solo in Italia, l'industria delle uova ne elimina 50 milioni all'anno.

Grazie al numero dei manifesti esposti e ai colori sgargianti, i manifesti sui polli si notano subito. Sono stati posizionati vicino ai supermercati, alle rotatorie, ai semafori e nelle strade con passaggio pedonale. Alcune foto:

Manifesti 70x100 in Via Mazzini, come "polli in batteria"

Manifesti 70x100 in Corso Cento Cannoni

Uno dei due stendardi in Viale della Repubblica

Due stendardi in Viale Massobrio, vicino al Centro commerciale "GLI ARCHI" - COOP

Elenco completo degli stendardi che abbiamo selezionato in Città:

Ringraziamo tutte le persone che hanno contribuito all'iniziativa: Bianca S. e Enzo A., Cristina G., Deborah S., Elisa P., Giancarla M., Giuseppina G. e Lorena R., Mario C., Massimo S., Patrizia V., Raffaella Z., Susanna P. e l'associazione AgireOra Edizioni che ha anche fornito gratuitamente i manifesti. La spesa complessiva per l'affissione è stata di 700 euro.

L'INCONTRO CON I SOSTENITORI

Nel freddo e nebbioso pomeriggio di domenica 2 febbraio, di fianco a uno dei due stendardi in Viale della Repubblica, abbiamo offerto un rinfresco vegan ai sostenitori di Alessandria che hanno potuto partecipare, a base di bugie e di dolcetti al limone preparati questi ultimi da Lidia Boccaccio, autrice del libro "CUCINA VEGANA dall'antipasto al dolce". È stata l'occasione per salutarsi di persona e aggiornarci sulle iniziative future.

LA REAZIONE (PREVISTA)

In Alessandria esiste un mercato rionale che si svolge ogni lunedì mattina, in Piazza Perosi, dove si vendono anche animali vivi (tra cui polli e conigli). Proprio lì c'è uno stendardo che non a caso avevamo scelto per l'affissione. Lunedì 3 febbraio è stato strappato, anche se la frase principale è rimasta intatta. La foto del manifesto strappato davanti agli stessi condannati a morte, fa ancora più impressione. Si spera che il gesto induca i passanti a fare qualche riflessione sulla crudeltà di questo sistema, e a volgersi a scelte alimentari etiche. Questo mercato è stato segnalato già varie volte, per la legge è tutto regolare...